Giorno del Ricordo

Care concittadine e cari concittadini, la Repubblica italiana riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” per conservare la memoria della tragedia degli italiani vittime delle foibe e anche del loro esodo dalle terre degli istriani, fiumani e dalmati.

Data:
9 Febbraio 2021

Giorno del Ricordo

Care concittadine e cari concittadini,

la Repubblica italiana riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” per conservare la memoria della tragedia degli italiani vittime delle foibe e anche del loro esodo dalle terre degli istriani, fiumani e dalmati.

«…già nello scatenarsi della prima ondata di cieca violenza in quelle terre, nell’autunno del 1943, si intrecciarono “giustizialismo sommario e tumultuoso, parossismo nazionalista, rivalse sociali e un disegno di sradicamento” della presenza italiana da quella che era, e cessò di essere, la Venezia Giulia. Vi fu dunque un moto di odio e di furia sanguinaria, e un disegno annessionistico slavo, che prevalse innanzitutto nel Trattato di pace del 1947, e che assunse i sinistri contorni di una “pulizia etnica”».

Questo è uno stralcio del discorso del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, tenuto in occasione della celebrazione del “Giorno del ricordo” il 10 febbraio 2007, che racchiude il senso stesso di questa ricorrenza.

Nella primavera del 1945, infatti, mentre in tutta Italia si festeggiava la fine della guerra, in Friuli Venezia Giulia iniziò un periodo di orrori che durò a lungo, fino alla fuga di circa 350.000 cittadini, in seguito alle persecuzioni dei partigiani di Tito.

Le decine di migliaia di vittime di questi massacri furono fascisti e collaborazionisti del governo italiano, nonché inermi cittadini. Fu un eccidio teso solo ad attuare una pulizia etnica, con l’obiettivo di annullare l’identità italiana sul territorio.

Questa è stata una tragedia troppo spesso fatta oggetto di rimozione.

Quello di ricordare i massacri verso il genere umano è invece un nostro dovere, non solo per onorarne le vittime, ma perché la memoria possa essere spunto di riflessione per tutti noi.

Il Sindaco

Fernando Coppola

Ultimo aggiornamento

9 Febbraio 2021, 09:54

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento